Blog

Di cosa siamo fatti? Conoscere gli elementi e dare nuova forma alla vita
– PERCORSO FORMATIVO METODO PINSS

La vita richiede per la sua realizzazione non la perfezione, ma la pienezza. C. G. Jung

PERCORSO DI FORMAZIONE NEL METODO PINSS

corpo, geneaologia e visione sistemica

per nuovi orizzonti di cura

 

CONTENUTI

Il percorso offre le basi, teoriche e pratiche, di una psicologia al servizio dell’interezza: ogni essere aspira a raggiungere un senso di completezza che raggiunge laddove il potenziale di cui è portatore, le qualità essenziali e uniche che lo contraddistinguono, trovano piena e concreta espressione nella vita.

Nel percorso verso l’Essere interi, incontriamo inevitabilmente ostacoli e sfide, quell’insoddisfazione e quel senso di mancanza che da un lato causano sofferenza,  e dall’altro diventano stimolo a crescere: inizia così il viaggio di conoscenza di sé e il progressivo ‘ritorno a casa’ in cui frammenti e parti separate di noi si riconnettono, ferite e traumi vengono integrati in una nuova forma.

Come sostenere questo processo?

Guardando l’essere umano come una totalità, nel qui ed ora, sapendo che il passato da cui proviene ha effetti sull’oggi: ‘guardare indietro’ al campo d’origine per guardare avanti con nuovi occhi.

Sviluppando uno sguardo sistemico che tiene conto della connessione tra le parti: la comprensione che tutto è connesso a tutto cambia il modo di vivere.

Allenando la capacità di percepire senza giudizio e di orientarsi alle risorse, da quelle fisiche alle spirituali,  per dare spazio a nuove creative soluzioni.

IL PERCORSO E’ RIVOLTO A…

  • professionisti della relazione d’aiuto che operano nell’ambito di medicina e infermieristica, psicologia e psicoterapia, assistenza sociale, counseling e coaching, della legge e della mediazione familiare, naturopatia e fisioterapia e altro ancora e che desiderano integrare nuovi strumenti corporei e sistemici nel proprio bagaglio professionale
  • coloro che operano nel campo educativo, insegnanti, educatori, pedagogisti interessati a guardare in profondità le dinamiche che riguardano famiglia e scuola
  • genitori che, lavorando sulla visione sistemica e sulla trasformazione del proprio campo d’origine, desiderano alleggerire il cammino dei propri figli aprendo nuovi spazi
  • tutti coloro che desiderano crescere nella consapevolezza di sé stessi e nello sviluppo delle proprie relazioni, familiari e professionali, genitoriali e di coppia.

 

PERCHE’ SCEGLIERE QUESTO PERCORSO

  • È la sintesi di un percorso professionale di oltre trent’anni, guidato dal desiderio di accompagnare l’essere umano nelle sfide della vita, sostenere il suo sviluppo, contribuire alla crescita individuale e collettiva
  • È pratico e profondo allo stesso tempo: esploriamo in profondità l’essere umano e al contempo apprendiamo dall’esperienza, acquisendo strumenti e metodologie da applicare nel quotidiano
  • È efficace nel favorire cambiamento, a livello personale e professionale: cambiare visione cambia la vita stessa.

 

STRUTTURA DEL PERCORSO

Il percorso ha l’obiettivo di fornire le basi teoriche e pratiche del metodo, in riferimento a:

  • Approccio corporeo: lettura corporea sistemica, ascolto profondo e differenziato del linguaggio corporeo
  • Approccio fenomenologico: operare nel qui ed ora, curare la qualità della presenza, ascolto senza giudizio
  • Approccio sistemico secondo le costellazioni fenomenologiche: acquisizione di una visione sistemica e di strumenti da integrare nel contesto professionale
  • Applicazione di tecniche sistemiche nelle sessioni individuali

Gli strumenti messi in campo comprendono lezioni teoriche, laboratori esperienziali, lavori in sottogruppi, pratiche in peer group, supporto di materiale didattico.

Il percorso prevede sette moduli di due giorni l’uno (sabato e domenica).

È richiesta la partecipazione all’intero percorso e il gruppo è a numero chiuso.

A chi fosse interessato ad applicare professionalmente le competenze acquisite sono richieste quattro sedute di supervisione di 1 ora e 15 minuti (sedute a pagamento non incluse nel corso).

 

PRIMO MODULO 18 – 19 MARZO 2023

Una psicologia al servizio dell’interezza

Cosa è la visione sistemica secondo il metodo PINSS

La lettura corporea sistemica: dal fisico allo spirituale

Riconoscere la totalità in Sé

Affinare l’atteggiamento fenomenologico: l’ascolto differenziato e non giudicante

Costellare i corpi: esperienze in sottogruppi e in plenaria

 

SECONDO MODULO 22 – 23 APRILE 2023

Il viaggio della coscienza

La famiglia come campo cosciente collettivo

La psicogeneaologia e la sindrome degli antenati

Lealtà invisibili, sindrome di anniversario, sindrome del gemello scomparso.

Lutti non conclusi e segreti di famiglia

L’albero geneaologico come esperienza trasformativa: esperienze individuali e in plenaria

 

TERZO MODULO 20 – 21 MAGGIO 2023

Le costellazioni sistemiche: laboratori di consapevolezza

Il campo morfogenetico e i diversi campi di coscienza

Gli ordini sottesi alla struttura sistemica

Principali dinamiche sistemiche: quando il flusso è interrotto

Linee verticali e orizzontali di sviluppo delle relazioni: genitori e figli, sorelle e fratelli

Costellazioni in plenaria

 

QUARTO MODULO 17 – 18 GIUGNO 2023

I genitori e la strada per dire di sì alla vita

Un nuovo sguardo verso bambini e ragazzi

Principi di pedagogia sistemica

Cosa significa diventare adulti

Esercitazioni in piccoli gruppi e in plenaria

 

QUINTO MODULO 16 -17 SETTEMBRE 2023

Sentirsi al giusto posto: l’attitudine interiore dell’aiutante

Creare il campo comune

Le pratiche che sostengono il processo

Tecniche di conduzione nel lavoro individuale: impiego di supporti, costellazioni codificate e immaginali

Esercitazioni in piccoli gruppi e in plenaria

 

SESTO MODULO 14 – 15 OTTOBRE 2023

Includere la morte per amare la vita.

Il processo del lutto e il suo accompagnamento

Uno sguardo alla malattia

Costellare il sintomo: una via per includere

Esercitazioni in piccoli gruppi e in plenaria

 

SETTIMO MODULO 18 – 19 NOVEMBRE 2023

Sistemi familiari e organizzativi

Guardare in chiave sistemica il lavoro e la realizzazione professionale

Il rapporto col denaro e i suoi significati

Uno sguardo sistemico a lavoro e realizzazione

L’importanza dei riti e delle conclusioni: chiusura del percorso

 

 

SEDE

Centro cura, formazione, ricerca

Via Piemonte 46, Varese

 

ORARI

Sabato 9.30 – 18.00

Domenica 9.00 – 16.30 (con pause pranzo)

 

MODALITA’ DI ACCESSO, QUOTE E ISCRIZIONI

La partecipazione richiede un colloquio individuale e la pregressa partecipazione a un laboratorio sistemico.

L’iscrizione è confermata tramite bonifico bancario:

  • con il versamento della quota 1860€, suddivisa in tre rate (da versare al primo, terzo e quinto incontro)
  • con il versamento della quota di 1520€ in un’unica soluzione prima dell’inizio del corso

 

CONDUZIONE

Cristina Rigamonti, psicologa, psicoterapeuta e formatrice. Formata in psicologia generativa e gestione psicodinamica dei gruppi, metodo di integrazione psicocorporea Rio Abierto, costellazioni sistemiche e approccio somatico al trauma.

Interessata da sempre all’esplorazione dell’animo umano, da oltre trent’anni lavoro in ambito clinico e formativo, in diversi contesti organizzativi (aziendale, sanitario, educativo) integrando l’approccio corporeo con la visione sistemica, la psicologia con la ricerca spirituale.

Per ulteriori informazioni: info@cristinarigamonti.com 348 2916160

 

 

No Comments
Post a Comment